DIETA del DNA-BENESSERE E SALUTE-L’ESPRESSO-NOV.2012

domanda:
ho trent’anni e sono afflitta da sempre da almeno una quindicina di chili di troppo. Tento di alimentarmi bene, non fumo, non bevo, i miei genitori sono da sempre in forma. Ho provato ogni tipo di regime alimentare e dieta, anche prescritta dal medico: calo al massimo di due chili che poi riprendo al termine della dieta. Ho sentito parlato della dieta del DNA e vorrei capire in cosa consiste. Bisogna fare dei test particolari? E chi la prescrive? Grazie per le informazioni
Ornella, Latinarisposta:

I test genomici rappresentano oggi uno strumento diagnostico alla portata di tutti, capace di incrementare la conoscenza di noi stessi e di comprendere pregi e difetti del nostro corpo. Un test del DNA di per sé non può farci dimagrire, ma se messo nelle mani di un professionista serio e ben preparato può rivelarsi indispensabile: pancia gonfia, ritenzione idrica, blocco nella perdita di peso e persino quei due chili in più che da anni ci perseguitano possono venire risolti con semplicità.Naturalmente questo test puo’ essere utile a chiunque sia interessato ad avere un programma dietetico con supplementazione nutrizionale personalizzata atto a prevenire molte patologie correlate al processo di invecchiamento. Due sono gli elementi da cui non si può prescindere: qualità dell’analisi, pertanto non fidatevi dei test a basso costo che si trovano nelle farmacie o su internet, e competenza del medico, colui che trasforma le informazioni genomiche in pratica clinica.

PER INFO SU TEST del DNA,NUTRIGENOMICA e DIETA del DNA CLICCA QUA’:

editorcms/AidNA Brochure Web.pdf

prof.Ascanio Polimeni spec.in
broncopneumologia,psiconeuroendocrinoimmunologia,
cronobiologia,
condirettore di REGENERA RESEARCH GROUP.PER VISUALIZZARE ARTICOLO CLICCA QUA’:
editorcms/benessere e salute ottobre 2012 lettere (1).jpg